Un cuore grande, come la famiglia
il racconto di una giornata trascorsa al Lago di scanno

Giro d’Italia 2020: ecco le tappe e le date abruzzesi
Giugno 11, 2020

Un cuore grande, come la famiglia
il racconto di una giornata trascorsa al Lago di scanno

Un cuore grande, come la famiglia
il racconto di una giornata trascorsa al Lago di Scanno

Abruzzo…non credo esita posto più accogliente e ricco di attrattive. Forse è il cuore che parla, ma riflettete anche voi, chi non riesce a trovare qualcosa di bello da fare in Abruzzo?

Questo grazie al fatto che stiamo parlando di una regione in grado di regalare esperienze totalmente diverse tra loro a pochi chilometri di distanza: mare, montagna, collina.

Da una parte abbiamo il mare, attrezzato per accogliere le famiglie, ma anche con scorci tutti da scoprire, dall’altra la montagna, capace di regalare emozioni uniche sia d’estate che d’inverno.

E nel mezzo? La rassicurante collina, con le sue campagne e le tante fattorie didattiche che non solo intrattengono i nostri bambini, ma li avvicinano alle antiche conoscenze della cultura contadina.

Oggi vi racconteremo di un luogo di montagna, tanto caro alla mia famiglia, capace di regalare momenti di benessere inaspettati.

Capisci che si sta entrando in un luogo “magico” già all’uscita dell’autostrada A24 (Cocullo), quando ti ritrovi incolonnato con altre auto, a causa del “traffico faunistico”: due cervi (presumibilmente due femmine), brucavano tranquillamente dall’altra parte della strada, tra l’erba alta, e le auto, giustamente, tutte ferme ad immortalare un incontro che se pur presumibile, totalmente inaspettato in quel frangente. Ovviamente i più entusiasti i bambini che cercavano di richiamare l’attenzione di questi due passeggiatori con l’entusiasmo che li contraddistingue. Ma diciamocelo… anche noi adulti eravamo emozionati.

Il tratto di strada che da Cocullo porta a Scanno, è un piacere per gli occhi: attraversare le Gole del Sagittario, costeggiare il lago di San Domenico, regala sempre emozioni uniche, ti da l’idea di entrare in un posto incontaminato e incantato, dove l’unica padrona è la natura con le sue meraviglie. E allora con la coda degli occhi cerchi di scrutare i volti dei più piccoli che mantengono lo sguardo incollato al finestrino, meravigliati dalla bellezza del paesaggio.

Giunti nell’area pic-nic del Lago di Scanno, una famiglia ha tutti i confort che potrebbe richiedere, e questo soprattutto con bambini piccoli è fondamentale, dal parcheggio comodo ai servizi igienici.

Vuoi riposarti e rilassarti mentre i bambini giocano tranquillamente e indisturbati sul prato? Si può fare. Vuoi farti una bella passeggiata costeggiando il lago? si può fare; vuoi fare una bella grigliata? Si può fare; vuoi fare un giro in bici o risciò attorno in lago? Si può fare; vuoi noleggiare un pedalò e regalare ai bambini un’ora di emozioni nel “cuore” nel lago a forma di cuore? Si può fare. Qualcuno magari potrebbe chiedere: “ma i più piccolini, quelli con meno di tre anni, cosa possono fare?” La risposta è semplice, provate a prendere un pezzettino di pane e dirigervi a bordo lago, lanciare un po’ di molliche in acqua, e vedrete che tante “paperelle” si avvicineranno, vi occorrerà una scusa poi per andare via… il piccolo resterebbe li tutta la giornata.

Per la famiglia questo è veramente un luogo del cuore. Dove trascorrere una giornata serena, condita da tanto divertimento e relax, a contatto diretto con la natura.

Quando i bambini si divertono e sono sereni, di riflesso lo sono anche i genitori, ma non pensiate che questo sia un luogo nella quale un adulto si limiti ad intrattenere i più piccoli! Viceversa risveglia il piacere di emozionarsi con poco, esattamente come i bambini, un luogo dove è naturale trascorrere una giornata in famiglia che si ricorderà per sempre.

Ringraziamo il nostro amico David per questa meravigliosa foto che mostra tutto lo splendore del lago a forma di cuore.